Empowering Lesbian Visibility: per la realizzazione personale e professionale di tutte le donne

Ci hanno insegnato che siamo incostanti, troppo lunatiche per prendere decisioni razionali e incapaci di essere obiettive.
Ci hanno insegnato che dobbiamo stare al nostro posto, di solito in cucina con una spugna in mano.
Ci hanno insegnato che non importa quanto siamo brave: i nostri colleghi saranno sempre un passo avanti a noi.
Ci hanno insegnato che quello che diciamo non vale niente, perché siamo emotive e ci facciamo trasportare dai sentimenti.
Ci hanno insegnato che le materie scientifiche non fanno per noi, così poco credibili che le nostre scoperte dovevano essere attribuite ai nostri maestri o colleghi per essere prese in considerazione.
Ci hanno insegnato a cucire, ricamare e cucinare e che se non sapevamo fare nessuna di queste cose dovevamo farci suore.
Ci hanno insegnato che se abbiamo più di una/un partner nella nostra vita siamo delle troie.
Ci hanno insegnato che se andiamo in giro vestite in un certo modo probabilmente è perché ce la stiamo andando a cercare.
Ci hanno insegnato che è giusto se il nostro collega guadagna più di noi, perché sicuramente il suo lavoro lo sa fare meglio.
Ci hanno insegnato che quando veniamo picchiate è meglio non dire niente, perché i panni sporchi si lavano in casa.
Ci hanno insegnato che le lesbiche non esistono, che se abbiamo una compagna è “solo una fase” e passerà.
Ci hanno insegnato che la nostra sessualità non è rilevante e che il nostro piacere non vale abbastanza.
Ci hanno insegnato che se non lo fai con un uomo, non è vero sesso.
Ci hanno insegnato che da sole non andiamo da nessuna parte, perché siamo incostanti, lunatiche, troppo emotive, deboli, incapaci e troie.

INVECE NO.

Perché siamo emotive, ma anche empatiche. Siamo razionali, ma anche sensibili. Siamo troie, ma siamo anche compagne e madri. Oppure scegliamo di non essere madri, ma non per questo siamo meno donne. Siamo folli, ma anche creative. Siamo istintive, ma anche riflessive. Siamo fragili, ma la nostra forza ha fatto la Storia.

Siamo Frida Kahlo e Tamara De Lempica, siamo Margherita Hack e Rita Levi Montalcini, siamo Virginia Woolf e Jane Austen, siamo Hillary Clinton e Michelle Obama, siamo Janis Joplin e Nina Simone, Meryl Streep e Emma Watson, Artemisia Gentileschi e Ipazia, Gloria Allred e Rosa Parks. E siamo anche Chimamanda Ngozi Adichie e Elisabetta I, Claudia Ruggerini, Sylvia Rivera e Serena Williams.

La campagna “Empowering Lesbian Visibility” vuole ricordare a noi stesse e al mondo che le donne non possono più scendere a compromessi con le proprie esistenze, che non devono giustificare i propri desideri, che non devono più nascondersi, che non devono più subire. Perché le donne sono moltitudine e complessità, competenza e cura, libertà e resilienza. Sono forza, attivismo, impegno, coraggio, autodeterminazione.

Il termine EMPOWERMENT indica un processo di crescita basato sull’incremento della stima di sé, dell’autoefficacia e dell’autodeterminazione, per far emergere risorse latenti e portare le persone ad appropriarsi consapevolmente del proprio potenziale. Questo concetto, già presente nei movimenti femministi degli anni ’60, è ancora oggi molto attuale e riguarda svariati ambiti.

Empowerment nel lavoro, perché le donne, le lesbiche, le bisessuali e le transessuali hanno tutte le carte in regola per puntare in alto. Empowerment nella famiglia, perché le famiglie omogenitoriali sono perfettamente in grado di costruire un ambiente affettivamente e psicologicamente sano per le proprie figlie e i propri figli. Empowerment nella comunità, perché le donne, le lesbiche, le bisessuali e le transessuali hanno un sacco di cose da dire e con la loro presenza e partecipazione attiva possono fare la differenza. Empowerment nelle disabilità, per dare a tutte e tutti le stesse opportunità di chiunque altra/o. Empowerment come mentorship e gruppo di pari, perché la condivisione e il confronto sono alla base di ogni relazione e percorso di crescita.

Il nostro percorso di Empowerment comincia qui: benvenute in ALFI, meravigliose, forti e lunatiche donne!

0 commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I prossimi eventi